I migliori sistemi di puntata nel blackjack

Article Image

28/09/2020

Quando si parla di casinò, per molte persone il pensiero si rivolge istantaneamente a giochi come il blackjack. Chiunque abbia una minima esperienza nel campo, in qualche modo sarà sicuramente entrato in contatto con questo gioco in un casinò online, in uno tradizionale o addirittura a casa.

Il blackjack è relativamente semplice nel funzionamento; bisogna superare il punto del banco senza andare oltre il punteggio di ventuno. Basta qualche mazzo di carte per giocare e le sessioni possono risultare molto profittevoli.

Nonostante la sua semplicità, la ragione principale per cui molti gambler professionisti si rivolgono al blackjack è che questo è uno dei pochi giochi da casinò dove le proprie azioni possono seriamente influenzare gli esiti del gioco.

Ad esempio, se si gioca alle slot online quando si avvia un giro di rulli l'esito della partita dipende esclusivamente dalla sorte e dall'algoritmo. Nel blackjack invece le proprie scelte, come tirare, stare, dividere, raddoppiare o assicurarsi contro un asso del banco possono avere degli effetti decisivi sulle vincite e sul vantaggio della casa (se considerati nel lungo periodo).

Attraverso questo articolo vogliamo dare uno sguardo alle diverse strategie di blackjack e provare a capire perché qualcuno di questi sistemi funziona e qualcun altro no. Ci sono metodi che possono essere utilizzati in ogni variante di blackjack e che pertanto influenzano il margine di manovre durante una partita.

Prima di addentrarci nell'argomento, vogliamo evidenziare l'importanza di praticare un "gioco coerente". Con questo intendiamo dire che è necessario fare la scelta corretta ad ogni mano di blackjack.

Potrebbe sembrare difficile, ma in realtà esistono moltissime teorie che possono aiutarci nel perseguire questo obiettivo. Tale metodologia deve essere seguita ad ogni mano, in modo da ridurre al minimo il vantaggio del banco e dunque aumentare le probabilità di vincita.

Blackjack: progressioni di puntata positive e negative

Prima di esaminare il funzionamento delle progressioni positive e negative nel blackjack online, vogliamo dare un rapido sguardo al flat betting, le cosiddette "puntate piatte".

Usare un sistema di scommesse piatte significa puntare sempre lo stesso importo ad ogni mano. Quindi se desideriamo puntare 10€ dovremo sempre scommettere 10€, indipendentemente dal fatto che si vinca o si perda.

Questa strategia può avere dei vantaggi e a volte può essere migliore delle progressioni positive e negative. Generalmente è visto come un metodo leggermente meno rischioso, a cui molti giocatori di blackjack si attengono per via della sua semplicità.

Come probabilmente avrete capito, le progressioni positive e negative sono collegate all'importo della puntata, da modificare in determinati momenti. Una progressione è positiva quando si aumenta la puntata sulla base di una striscia vincente, mentre è negativa quando si aumenta dopo una serie di mani perse.

Entrambe queste strategie al blackjack presentano vantaggi e svantaggi, quindi andiamo a vedere come funzionano.

Cominceremo con un sistema a progressione positiva. Secondo questo metodo, dobbiamo cercare di aumentare le nostre puntate quando otteniamo una serie di vincite. Più vinciamo, più possiamo alzare la posta in palio. Se invece perdiamo, dovremo semplicemente tornare indietro e ripartire dalla nostra puntata di partenza.

Il concetto di fondo è provare a cavalcare la buona sorte e massimizzare le vincite. L'aumento della puntata dipenderà da quale strategia si utilizza, tra le tante elaborate nel corso del tempo.

Due sistemi molto popolari sono il metodo Parlay" e il metodo 1326. Con il sistema Parlay si devono ripuntare le vincite della mano precedente. Se ad esempio si puntano 10€ e si vince la mano, allora la seconda puntata sarà di 20€; si continua così fino a quando non si perde la scommessa, che a quel punto tornerà all'importo iniziale di 10€.

Il sistema Parlay può apparire abbastanza semplice ma in realtà è molto aggressivo. Basta perdere una mano per azzerare tutti i profitti e ritrovarsi al punto di partenza.

Nel sistema 1326 invece si cambiano le puntate in base alla propria serie di risultati. Se la prima puntata è di 10€, allora la seconda sarà di 30€, la terza di 20€ e la quarta di 60€. Questo metodo si basa sulla distribuzione del rischio, in quanto non prevede di puntare tutto il profitto in una singola scommessa.

Parleremo meglio di queste due strategie più avanti in questo articolo.

In termini concettuali la progressione positiva è il sistema che consigliamo di usare alla maggior parte dei giocatori, specialmente ai principianti. Bisogna essere disciplinati per usarlo e bisogna essere preparati a perdere tutti i profitti in una volta sola, ma è più semplice da seguire purché si abbia un limite di perdita in termini di capitale di gioco; il che significa che con un po' di fortuna si può vincere molto.

Se vuoi giocare da smartphone, dai uno sguardo alla nostra lista di siti raccomandati di casinò mobile.

Le progressioni negative sono l'esatto contrario: infatti per quanto riguarda queste ultime l'obiettivo è di aumentare le puntate in base all'importo che si perde. Se si vince occorre mantenere la stessa puntata, andando a modificarla esclusivamente quando si perde una mano.

Anche per questo sistema esistono differenti strategie da applicare, prime fra tutte il metodo Martingale e la sequenza di Fibonacci.

Il concetto dietro il Martingale è molto semplice: si prova a raddoppiare la propria scommessa ogni volta che si perde. Ad esempio, se si puntano 10€ e si perde, alla mano successiva bisogna scommettere 20€. Se si perde ancora, allora si aumenta la puntata fino a 40€ e così via.

Dato che nella versione standard del blackjack europeo il vantaggio della casa può essere di appena 0,5%, con l'aiuto di una strategia "coerente" è probabile che non ci vorrà molto prima di ottenere una vincita e tornare in pareggio. Dopo aver vinto, si ritorna alla puntata iniziale.

Il metodo Fibonacci è simile al sistema 1326 per le scommesse a progressione positiva, in quanto ha degli importi di puntata fissi per ogni mano. In questo caso sarà 1, 1, 2, 3, 5, 8, 13 e così via. Il sistema è costruito in modo tale da addizionare gli ultimi due numeri della sequenza per ottenere il valore della puntata successiva.

Il principale svantaggio di queste due strategie è che si avrà bisogno di un capitale molto grande nel caso si incorra in una lunga sequenza di mani perdenti. Ad esempio, con una puntata di 10€ nel sistema Martingale perdendo 6 mani di seguito (evento non improbabile) si perderanno 320€ in totale. Per tornare al punto di pareggio la prossima puntata dovrà essere di 640€, e da qui in poi si aumenterà a dismisura.

Qual è la migliore strategia blackjack?

È difficile dire quale tra queste sia la strategia blackjack migliore, visto che entrambe presentano pro e contro. Se si disponesse del capitale necessario, diremmo che il metodo a progressione negativa potrebbe essere migliore; visto che se si è in grado di sostenere le puntate ed andare avanti in quelle successive, allora le probabilità di vincita potrebbero essere buone.

Ad ogni modo, se si è nuovi di questo gioco o se si ha un bankroll limitato, la progressione positiva potrebbe essere la scelta più adatta. Questa infatti limita l'importo da puntare per rimanere nel gioco, il che significa che in tal caso basterà possedere un capitale più contenuto. Detto questo comunque, una singola perdita sarà sufficiente ad azzerare ogni profitto ottenuto.

In ogni caso, occorrerà assimilare e mettere in pratica due concetti:

  • Applicare una corretta gestione del capitale, calcolando quale è la cifra che ci si può permettere di perdere e in base a questa modificare la strategia
  • Capire quando smettere di giocare e lasciare il tavolo. Facendolo al momento opportuno si possono massimizzare le vincite e trarre il massimo profitto. Bisogna infatti considerare che, sia con la progressione positiva che con quella negativa, più si gioca e più si rischia di tornare al punto di partenza, vanificando i guadagni

Metodi per contare le carte a blackjack: il sistema Knockout (KO)

Il conteggio delle carte nel blackjack viene spesso messo in relazione con strategie di gioco di livello avanzato. Se si dovesse memorizzare ogni carta e tenere un punteggio aggiornato per il mazzo, in effetti ciò richiederebbe anni di pratica.

Il sistema Knockout è stato inventato per offrire un metodo leggermente meno accurato per contare le carte, ma comunque favorevole al giocatore; è molto semplice da imparare ed altrettanto semplice da mettere in pratica.

In termini di principi base con il sistema KO occorre comunque assegnare un punteggio alle carte, ma invece di contarle una per una basta raggrupparle e assegnare un valore a ciascun gruppo.

Ci sono tre diversi gruppi su cui concentrarsi:

  • Carte comprese tra il 2 ed il 7 = +1
  • 8 e 9 = 0
  • 10, J, Q, K e Asso = -1

Man mano che le carte vengono estratte dal sabot possiamo dunque assegnare un punteggio, e via via che il mazzo si assottiglia il punteggio comincia ad essere sbilanciato a favore di un numero positivo o negativo.

Più alto è il numero, maggiore sarà il quantitativo di carte di alto valore (figure e dieci) che rimangono da estrarre dal mazzo. Più basso è il valore del punteggio, maggiore sarà il numero delle carte di basso valore (2, 3, 4, 5, 6, 7) che devono ancora uscire.

Quindi abbiamo bisogno di tenere a mente il punteggio e in base a questo modificare l'importo delle nostre puntate. Come regola generale, con un punteggio maggiore il giocatore ha un vantaggio, e dovrà perciò alzare l'importo da puntare. Minore è il punteggio e più bassa sarà la cifra da scommettere, visto che il mazzo è sfavorevole nei confronti del giocatore.

Una domanda ovvia adesso potrebbe essere: perché?

Bene, se il punteggio è alto significa che un gran quantitativo di carte basse è già stato estratto dal mazzo, e conseguentemente un numero elevato di carte di alto valore rimane all'interno del sabot. Se c'è un quantitativo maggiore di carte elevate rimanenti nel mazzo, ciò significa che aumentano le possibilità che queste ci vengano distribuite. Avremo quindi alte probabilità di ottenere un buon punto e perciò conviene puntare di più.

L'abilità sta nel sapere quanto puntare e quando piazzare queste scommesse. Si può modificare l'importo delle puntate in base al punteggio ottenuto dal conteggio delle carte.

Un modo semplice per farlo è utilizzare uno schema di puntata basato sull'unità di conteggio. Supponiamo di avere un capitale di 100 unità e di puntare un'unità per ogni numero positivo. Se ad esempio il conteggio fosse uguale a 4, allora punteremmo 4 unità. Se invece il conteggio avesse come risultato un numero negativo, potremmo non piazzare alcuna puntata o mantenere un livello di scommessa minimo.

Un fattore essenziale da considerare è il numero di mazzi utilizzati durante il gioco. Da notare che il metodo KO è considerato un "sistema non bilanciato". Questo vuol dire che il modo in cui è strutturato dà come risultato:

  • 24 punti totali negativi che derivano dalle carte con valore compreso tra 2 e 7
  • 20 punti totali per la somma di tutte le figure, i 10 e gli assi.

Se si dovesse ripetere il conto più volte, si otterrebbe sempre un conteggio di +4 per ogni mazzo.

Per affrontare questo problema e riequilibrare il sistema bisogna fare attenzione al numero di mazzi che si utilizzano per giocare. Maggiore è il numero dei mazzi, minore sarà il valore del punteggio iniziale. Funziona come segue:

  • 1 mazzo = punteggio iniziale di 0
  • 2 mazzi = punteggio iniziale di - 4
  • 6 mazzi = punteggio iniziale di -20
  • 8 mazzi = punteggio iniziale di -28

Vediamo un rapido esempio di come potrebbe funzionare, supponendo di giocare con un mazzo e di puntare 1 unità per ogni punto.

Viene distribuita la prima mano con 3 giocatori al tavolo.

  • Giocatore 1 = 6 e 8, tira un 10 e sballa
  • Giocatore 2 = 10 e Jack e sta
  • Giocatore 3 = 2 e 4, tira un 7 e tira ancora un 5, adesso sta
  • Banco = Re e 4, tira un 3 e sta

Diamo uno sguardo al valore del punteggio.

  • +1 per ognuna di queste carte: 6, 2, 4, 5, 4, 3. Totale= +6
  • Zero per queste carte: 8
  • -1 per queste ultime carte: 10, 10, Jack, Re. Totale= -4

Come si può vedere, abbiamo +6 che deriva dalla somma delle carte di basso valore e -4 dalla somma di quelle di alto valore, e possiamo assegnare a questa mano un punteggio totale di +2. Adesso sappiamo che il mazzo è in nostro vantaggio e quindi di conseguenza possiamo scommettere aumentando la nostra puntata, portandola a 2 unità.

In fin dei conti questa strategia si riduce alla decisione di aumentare o diminuire la puntata in base al punteggio ottenuto. Consigliamo di giocare con un budget prestabilito e di conseguenza decidere una cifra da puntare in relazione ad ogni punteggio. In questo modo è molto semplice sapere quanto puntare utilizzando il conteggio delle carte al blackjack.

2-1-2 Sistema Manhattan

La strategia di blackjack 2-1-2 viene spesso definita come metodo "Manhattan". L'idea è che l'importo della puntata si muova su e giù, un po' come lo skyline di Manhattan.

Questo sistema è progettato per avere una bassa varianza e sfruttare le sequenze positive. Per quanto riguarda il suo funzionamento è abbastanza semplice ed è un sistema che la maggior parte dei giocatori principianti troverà relativamente facile da imparare.

2-1-2 si riferisce all'entità delle puntate. Quindi se si sta puntando 1€ per ogni unità si inizierebbe a giocare con una scommessa di 2€, andando cosi avanti alla prossima puntata che sarebbe di 1€; quindi ancora indietro puntando nuovamente 2€, e da lì in avanti si aumenterà di un'unità.

Ciò presupponendo di aver vinto. Più si vince, infatti, più aumentano le puntate e quindi il profitto possibile. Il concetto di fondo è utilizzare piccoli incrementi di puntata, mantenendo una parte delle vincite pur continuando a investire il resto. Come si può capire, questa strategia differisce da altri sistemi che invece prevedono di raddoppiare la posta ad ogni puntata e quindi mettere a rischio tutti i propri profitti in un colpo solo.

Il metodo Manhattan è costruito per avere piccoli incrementi di profitto sul lungo periodo, piuttosto che per ottenere guadagni veloci.

Affinché questo funzioni si deve tornare alla puntata iniziale ogni volta che si perde. Poiché dalla puntata iniziale di 2 unità siamo saltati ad una singola unità nella seconda scommessa, questo significa che mentre ci si muove attraverso i meccanismi di questo sistema si ottiene un piccolo profitto per ogni scommessa vincente.

Come per tutti i giochi da casinò, i buoni giocatori sanno quando è il momento di smettere. Se si riesce ad ottenere una serie consecutiva di scommesse vincenti, allora la puntata potrà essere considerevolmente maggiore rispetto a quella iniziale. Sapere quando alzarsi dal tavolo di gioco è un'abilità forse più importante delle strategie di cui abbiamo parlato.

Il flat betting nel blackjack

La strategia più elementare nel blackjack è quella delle puntate piatte, ed è per questo che viene usata da molti giocatori, anche se non è esattamente la più emozionante.

Nel flat betting infatti basta impostare una cifra per la scommessa e attenersi alla stessa puntata per ogni mano che si gioca. Quindi, indipendentemente dal fatto che si vinca o che si perda, si dovrà puntare ogni volta la stessa cifra.

Con questo metodo quindi si può giocare a lungo senza farsi troppo influenzare dai risultati, visto che le perdite saranno basse ma allo stesso tempo anche le vincite saranno limitate.

Quello che bisogna tenere a mente in questo caso è che nella maggior parte delle varianti di blackjack il casinò ha solo un piccolo margine di vantaggio. Tale vantaggio in determinati giochi può essere meno dell'1% per alcune puntate, e questo è uno dei motivi per cui a molti piace cosi tanto giocare a blackjack.

Ciò che tuttavia molte persone faticano a comprendere è che il vantaggio del banco si riduce solo a condizione che i giocatori applichino una strategia coerente in base alla variante di blackjack a cui stanno giocando. Questo vuol dire che ogni volta è necessario fare la mossa giusta (stare, tirare, raddoppiare, ecc) al momento giusto.

Supponendo che si stia praticando una strategia coerente, le puntate piatte lasciano molto al fattore varianza e ciò in base al volume di gioco effettuato. Questo perché si ipotizza che più a lungo si gioca e minore sarà l'influenza della varianza, nel senso che ci si avvicinerà maggiormente al margine della casa ipotetico.

Applicando il flat betting e piazzando costantemente la stessa scommessa, si potrebbe pianificare una sessione e calcolare esattamente quanto in teoria si potrebbe vincere o perdere per ogni partita. In un'ora nei casinò online si giocano molte più mani di quanto non succeda nelle sessioni dal vivo, e supponendo di giocare 100 mani l'ora con una puntata di 1€, il massimo che si potrà perdere sarà di 100€.

Realisticamente non si perderanno tutte le 100 mani giocate, e in teoria si potrebbe anche vincere sempre. In ogni caso, questo metodo consente di sentirsi a proprio agio al tavolo, piazzando le stesse puntate e le stesse giocate ad ogni mano.

Molte persone presto abbandonano questa strategia perché dicono che non si possono massimizzare le vincite, ed in qualche misura è proprio cosi. Comunque non tutti i giocatori hanno l'obiettivo di fare grandi vincite ogni volta che giocano. Le puntate piatte offrono controllo ed al contempo danno l'opportunità di divertirsi. Si sa esattamente quanto si sta rischiando e quindi ogni eventuale profitto sarà un bonus.

Il blackjack a più mani (multi-hand blackjack)

Prima di addentrarci nel blackjack a mani multiple, vogliamo sfatare il mito secondo il quale le decisioni degli altri giocatori possano influenzare la nostra mano.

Nei tanti circoli di blackjack e nella maggior parte dei casinò, al tavolo ci si imbatte sempre in qualcuno che si lamenta del fatto che le azioni dei "giocatori occasionali" possano non essere ottimali. Questi giocatori sono soliti pensare che ciò danneggi le loro probabilità di vincita, ma in effetti non è così. L'unico margine che cambia in questo caso è quello che la casa ha su questi giocatori, ma ciò non influisce sul vantaggio del banco nei nostri confronti.

Il motivo di questa precisazione è che molti giocatori pensano che giocando più mani allo stesso tavolo di blackjack si possa impedire ai "dilettanti" di rovinare la nostra "strategia".

Giocare mani multiple di blackjack è particolarmente indicato se si utilizza la strategia Knockout vista in precedenza. Se il sabot diventa favorevole, allora ha senso investire più denaro possibile quando si ha un vantaggio sul casinò

Facendo ciò si massimizza la quantità di denaro che si può vincere quando le carte sono in nostro favore. Questo sarebbe un ottimo momento per giocare più mani contemporaneamente.

Per tutte le altre strategie di cui parliamo in questa pagina, possiamo dire che giocare mani multiple è solo una complicazione, specialmente se si è principianti. Certamente, si può ottenere un lieve vantaggio quando le carte sono a nostro favore, ma sarebbe meglio modificare l'importo delle puntate piuttosto che giocare più di una mano alla volta.

Se invece siamo arrivati ad un certo livello di familiarità con il gioco e con le diverse strategie, applicare un sistema differente ad ogni singola mano nel blackjack multi-hand potrebbe anche risultare fattibile.

Ad esempio, ad una determinata mano potremmo applicare la strategia delle puntate piatte (sapendo che garantisce una certa costanza), mentre in un'altra potremmo includere una strategia di progressione positiva o negativa. Questo significa che otterremo un andamento costante nella postazione dove applichiamo le puntate piatte, conservando la possibilità di realizzare grosse vincite alla postazione dove utilizziamo una strategia progressiva.

Altri sistemi di puntata al blackjack

Sinora abbiamo parlato di quelli che sono considerati i migliori sistemi di puntata, ma c'è ancora molto da scoprire. Vediamo dunque quali altri metodi sono stati elaborati per vincere a blackjack.

Sistema di puntata 1-3-2-6

Precedentemente in questo articolo ne abbiamo parlato brevemente e l'1-3-2-6 è il sistema di blackjack che permette di modificare l'importo della scommessa ad ogni puntata, sulla base di quattro giocate consecutive; è stato progettato per permettere di incassare subito del denaro, offrendo allo stesso tempo l'occasione di aumentare le puntate per cercare di vincere di più.

L'idea è che se si ottengono alcune vincite consecutive si possono scommettere 12 unità basandosi sulla puntata iniziale. Le prime tre scommesse sono utilizzate per incassare un po' di soldi, e se si arriva alla quarta puntata si può mettere a rischio il profitto ottenuto dalle tre puntate precedenti.

Non è il sistema più sicuro, considerando che per ottenere un guadagno è necessario vincere quattro mani di fila. È plausibile che si riesca a farlo prima o poi, ma vincite multiple di quattro mani consecutive sono rare durante una sessione di gioco.

Il sistema Oscar Grind

Il nome di questo sistema ne rispecchia l'essenza, dal momento che grind in inglese significa proprio "macinare". Il concetto è quello di continuare a puntare e aumentare l'importo scommesso, fino a quando non si realizza un profitto. Quando si ottiene un guadagno si riduce l'importo scommesso per proteggere la vincita.

In termini strettamente numerici, questa strategia funziona. Tuttavia la sua praticabilità presuppone un importo infinito da scommettere e un tempo infinito per giocare, una situazione che non rispecchia il mondo reale.

Per iniziare, si scommette una singola unità e se la scommessa viene persa si ripete la puntata fino a quando non si ottiene una vincita. Quando si vince, si utilizzano la puntata e la vincita assieme per scommettere nella mano successiva. Se si perde, la puntata rimane la stessa fino a quando si vince e poi di nuovo aumenta di 1 unità. Si va avanti così fino a quando non si ottiene un profitto, che determina la fine della sessione di gioco.

Come si intuisce, per ottenere un piccolo profitto si può rischiare molto e questo presuppone la disponibilità di grosse cifre per far funzionare il sistema.

Il sistema Martingale nel blackjack

Il sistema Martingale (o Martingala) è molto comune e anche semplice da seguire. In termini di metodologia, tutto ciò che è richiesto fare è di raddoppiare la puntata ogni volta che si perde. Se si vince si mantiene semplicemente la puntata allo stesso livello.

Concettualmente l'idea è che se si continua a raddoppiare la puntata quando si perde, con l'ultima scommessa (che risulterà vincente) si riusciranno a coprire le perdite, visto che nel blackjack la maggior parte delle puntate sono pagate alla pari. Se si dovesse centrare un blackjack da ciò deriverebbe un piccolo guadagno.

Lo svantaggio di questo sistema è che è necessario un capitale enorme per riuscire a coprire le sequenze perdenti molto lunghe nelle quali eventualmente si può incappare. Utilizzando un capitale di 100€, questo svanirebbe in appena 4 mani perdenti consecutive, supponendo che la prima puntata sia di 10€. Se il capitale fosse di 1.000€, questo numero sarebbe di sole 7 mani consecutive.

Il sistema di puntata Fibonacci

Il sistema di puntata Fibonacci è uno dei più antichi. Ne abbiamo già accennato in precedenza, ma è essenzialmente una puntata a progressione positiva che andando avanti con le vittorie aumenta sempre di più il valore delle scommesse.

L'importo delle puntate dipende da quante mani vincenti si ottengono consecutivamente, in base alla sequenza 1, 1, 2, 3, 5, 8, 13, 21, 34 e così via. Per sapere quale sarà la prossima puntata si deve semplicemente prendere l'importo dell'ultima giocata e sommarlo alla puntata precedente.

Il vantaggio di utilizzare questo metodo è che più si vince più si può aumentare l'importo delle puntate, andando ad incrementare il possibile profitto.

Per quanto riguarda gli svantaggi, è indispensabile ottenere un buon numero di mani vincenti consecutive per trarre un profitto discreto. Quando la striscia vincente si interrompe, si ricomincia dall'inizio. Una sequenza perdente può necessitare di lungo tempo per tornare in pareggio.

Il metodo Paroli

Il sistema di puntata Paroli è un altro metodo a progressione positiva in cui basta semplicemente raddoppiare la puntata quando si vince. Per ogni vincita che otteniamo, raddoppiamo la puntata nella mano successiva.

Si tratta di un metodo molto semplice, da usare però ponendosi un limite di vincita. Questo può essere una serie di mani o un limite monetario. La ragione per la quale si ha bisogno di includere un limite è che prima o poi si perde, quindi è importante ritirare le vincite e ricominciare dalla puntata più bassa.

Gli svantaggi del metodo Paroli includono la consapevolezza che lunghe serie di perdite richiederanno molto tempo per ottenere poi delle vincite. Si può anche polverizzare l'intero guadagno se non si è in grado di centrare una serie di vittorie sufficienti. Molte persone scommettono troppo a lungo, e quindi trovano difficile realizzare un guadagno.

Sistema blackjack Labouchere

Il metodo Labouchere è uno dei sistemi di puntata blackjack più complessi che trattiamo qui, ma offre enorme flessibilità e può essere utilizzato sia come sistema a progressione positiva che negativa.

Affinché funzioni è necessario creare una serie di numeri che consenta di realizzare un profitto, da stabilire prima di iniziare a giocare. Qualcosa del tipo 1, 2, 3, 4, 5, 6 andrebbe bene, ma si può cambiare a piacimento.

I numeri rappresentano la puntata; è necessario prendere il primo e gli ultimi due della sequenza per combinarli insieme, e il risultato sarà l'unità di scommessa. Se si vince, questi numeri vanno eliminati e occorre passare ai due numeri successivi. Se si perde, alla fine della sequenza si aggiunge l'unità di puntata combinata utilizzata nell'ultima scommessa e si ricomincia.

Sistema di puntata Parlay

Il metodo di puntata Parlay è un aggressivo sistema a progressione positiva, usato nel blackjack. A tal proposito il giocatore quando vince utilizza il suo profitto e la puntata precedente per scommetterli insieme nella puntata successiva. Quindi, se punta 10€, la prossima scommessa sarà di 20€.

Vale la pena dire che se si ottiene un blackjack, si prenderà comunque l'intera cifra. Quindi una scommessa con un rapporto di pagamento 3 a 2 con 10€ di puntata darebbe una vincita di 25€, e questo sarebbe il valore della puntata successiva.

Quando un giocatore perde, ritorna alla sua puntata originale.

L'idea di questo sistema è trarre profitto dalle serie positive e quindi incassare grosse vincite. Bisogna comunque aver chiaro in mente quando è il momento di incassare, visto che vincere più mani di seguito non è mai semplice.

Il sistema di scommessa d'Alembert

Il sistema di puntata d'Alembert è spesso definito come uno dei sistemi di scommessa blackjack con più incongruenze. Ha una progressione negativa e l'idea è di mantenere la puntata stabile quando si vince, per aumentarla esclusivamente quando si perde.

Ad esempio se si puntano 10€ e si vince, la prossima scommessa rimarrà sempre di 10€. Se la puntata di 10€ viene persa, allora la scommessa successiva sarà di 20€. Se si perde anche questa, si aumenta aggiungendo il valore della puntata iniziale, che in questo caso sarebbe 10€ portando la scommessa a 30€.

Il problema di questo sistema è che molti tavoli di blackjack hanno un limite di puntata massimo; questo significa che se avvenisse una lunga serie di giocate perdenti si potrebbe non essere in grado di riconquistare le cifre scommesse e di tornare in pareggio.

Le probabilità nel blackjack

Come tutti i giochi di casinò, il blackjack è strutturato intorno a differenti probabilità che si verifichi un certo scenario, o in questo caso un insieme di mani. Un aspetto che molte persone fraintendono è pensare che il casinò offra quote in base alla probabilità che un evento si verifichi. Non è così, purtroppo; infatti le probabilità vengono leggermente modificate, in modo che i giochi diano sempre un piccolo vantaggio al banco.

Questo è ciò che chiamiamo "margine della casa".

Anche se qui stiamo parlando di blackjack, la roulette è un esempio molto semplice per spiegare come funziona il vantaggio della casa. Una scommessa semplice come rosso e nero, che paga alla pari, dovrebbe avere il 50% delle probabilità. Tuttavia a causa della presenza della casella con lo zero le probabilità scendono al 47,4%.

Per quanto riguarda il blackjack, ci sono due probabilità chiave a cui dobbiamo prestare attenzione.

La prima è quella relativa alla probabilità che il mazziere sballi, basandoci sulla sua carta scoperta. Alcune carte avranno maggiori possibilità di sballare rispetto ad altre, il che significa che nel gioco si avranno maggiori possibilità di vincita semplicemente non chiedendo carta.

Se la carta scoperta è un asso ci saranno solo l'11,65% di possibilità di sballare, mentre con un "5" il valore aumenta fino ad un enorme 42.89%, ed è la miglior carta del mazzo che un giocatore possa augurarsi di vedere in mano al banco.

La seconda probabilità è quella di fare blackjack. Questo si collega al conteggio delle carte di cui abbiamo parlato precedentemente, ma se si è in grado di conoscere l'insieme di carte che rimangono nel mazzo, allora si possono calcolare le proprie possibilità di realizzare un blackjack o almeno di ottenere una mano forte.

L'obiettivo finale quindi è quello di costituire un collegamento riguardo a quanto si punta. Quando le probabilità iniziano ad inclinarsi in nostro favore, allora possiamo puntare di più. Quando sono contrarie, dobbiamo ridurre il valore delle puntate.

Casinò OnlineOfferta BonusRecensione
1

Bonus benvenuto 125% fino a 1000€ + 100 extra spin

18+ Termini e Condizioni applicate

2

Bonus 20€ gratis alla registrazione

Termini e Condizioni applicati ai maggiori di 18 anni

3

Bonus benvenuto 100% fino a 200€ + 10€ gratis + 100 extra spin

Termini e Condizioni applicati ai maggiori di 18 anni